Aggiungi un posto a tavolo che c’è una guida in più!

Il 2015 è da poco iniziato, ma sono ancora vivi i ricordi dell’anno vecchio. Che per me è stato davvero molto positivo. Mi entusiasma sempre di più il lavoro di guida turistica, da tutti i punti di vista. Io ci metto professionalità e tanta passione, che è fondamentale per dare il meglio di sè e ottenere gratificazioni. Anche e soprattutto umane. Non avrei mai pensato, quando iniziai, che spesso i clienti sarebbero diventati amici, ora invece ne ho tanti sparsi per l’Italia e nel resto del mondo: Marcella e Rossella di Milano, che son già ritornate e probabilmente torneranno ancora; Massimiliano di Latina e la sua ragazza, le sorelle Daniela e Cinzia di Roma (ma lucane d’origine) con le rispettive famiglie, nonnina compresa; e poi Ernesto di Roma con moglie e amici, Paola e Umberto di Genova, Serena e Massimo di Roma che sono andato a trovare nel loro bellissimo negozio a Piazza di Spagna; e ancora Marianne e le sue amiche, tre splendide signore danesi; Griffin, professore universitario di Dallas in missione in Italia, che era venuto la prima volta a Matera da solo per poi tornarci un anno dopo con la sua collega e amica Liz; Jeoff e Susan di Dallas, Don e Diana di Chicago, Doug e Jody di Washington, Dianne e Mitch di Northfield.

Le splendide bolognesi del gruppo “8 Marzo”

 

Non è un freddo elenco di nomi, non sono semplici “cartoline”, ma volti e voci di persone fantastiche, di provenienze ed esperienze diverse. Che mi arricchiscono ogni anno di più.E quello appena trascorso è stato davvero eccezionale in questo senso. Ho infatti conosciuto Erzsebet, che rivedrò a marzo con un altro dei suoi splendidi gruppi svedesi, Astrid, collega di Monaco di Baviera in vacanza nel sud Italia con suo marito, la splendida Vicky con le sua amiche Dolores e Renee di Dallas; e le cinque coppie di viaggiatori napoletani con rispettivi figli, capitanati dall’avvocato Giuseppe, Elisa e Mauro di Como, Andrea di Lucca con moglie e una coppia di amici, Marco di Pistoia con tutta la famiglia, Patrizia e Mirka di Pesaro, Eugenio di Roma che presto tornerà insieme agli amici del suo circolo; e ancora Helen, Debbie, Med and David con i loro figli, che hanno trascorso con me tre bellisime giornate a luglio. Particolarmente piacevole è poi il ricordo di una meravigliosa giornata di settembre trascorsa con le dieci donne bolognesi del gruppo “8 marzo”, capitanate da Gilberta e Manuela; e i tre giorni di ottobre in compagnia di Judy, suo marito e una coppia di amici.

Due coppie americane

Io con Judy, suo marito e i loro amici

Questa è una storia particolare. Suo nonno paterno partì per gli Usa da Salandra, piccolo paese in provincia di Matera e lei è venuta per la prima volta nella città dei Sassi a primavera del 2012, ma solo di passaggio: il tempo sufficiente, comunque, per rimanerne incantata e ripromettersi di ritornare al più presto; così siamo rimasti in contatto e ad agosto 2014 mi arriva la mail con l’annuncio del loro ritorno con un’altra coppia di amici, ma stavolta per un soggiorno di tre giorni in città. Alla fine, quando ci siamo salutati, mi sono commosso un po’, ancor di più al pensiero che probabilmente ci rivedremo ancora quest’anno, di nuovo a Matera e stavolta con tutta la famiglia. In attesa di volare io negli Usa per accettare con gran piacere il loro invito. Così come quello di tutti gli altri amici (altro che clienti!) sparsi in l’Italia e nel mondo. Carmelo e Daniela di Siena ne sanno qualcosa: ci siamo conosciuti a maggio dell’anno scorso con tutto il gruppo della loro associazione in visita a Matera ed appena tre mesi dopo ero seduto a tavola in casa loro per gustare un ottimo pranzo insieme alla mia famiglia!

DSCN1162

In Piazza del Campo con gli amici di Siena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*