Il giro del mondo in un mese? Ad ottobre a Matera si può

Come tanti bambini anch’io da piccolo sono stato rapito dalle pagine de Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne. Poi da ragazzo tante volte ho cantato e ballato sulle note scatenate di Sweet dreams degli Eurythmics “…I travel the world and the seven seas, evreybody is looking for something…” (“..viaggio per il mondo e i sette mari, tutti sono in cerca di qualcosa…”). È proprio vero che la musica e le letture hanno una grande influenza sulla vita delle persone, soprattutto nel periodo della crescita: io infatti da sempre amo viaggiare e cerco di farlo il più possibile. Ho girato quasi tutta l’Italia, sono stato in tanti paesi d’Europa e una volta, l’unica per il momento, ho attraversato l’oceano per un meraviglioso viaggio in Messico. Ma la mia voglia di conoscere il mondo non è mai sazia. E ho la fortuna di poterla alimentare anche grazie al mio lavoro, rimanendo a casa, nella mia amata Matera, dove ogni giorno ho il piacere di incontrare visitatori che provengono da tutti gli angoli del mondo e che conduco alla scoperta delle straordinarie bellezze della mia terra. E l’appena trascorso mese di ottobre è stato eccezionale in questo senso: ho davvero conosciuto gente di tutti i continenti!

img_0129

Gruppo di Taiwan

Tanti italiani ovviamente, da Napoli a Bergamo, ed europei: i soliti britannici – soprattutto inglesi – ma anche tanti olandesi, con Eri e le sue tre amiche e poi un intero gruppo guidato dalla simpatica Marga; Maryna dalla Lituania con suo marito e le due bellissime bimbe, una coppia di belgi e il solito gruppo di svedesi capitanati da Erzsebeth.

Sempre numerosi i nordamericani: dal gruppo di canadesi a quello di statunitensi a Howard e Nicolle da Los Angeles in viaggio di nozze in Italia. Ma anche tanti dal Sudamerica, soprattutto brasiliani, coppie o piccoli gruppi di amici, molti di origine italiana.

img_1721

Famiglia dall’Australia

Molto presente anche il nuovissimo continente, che sembra aver ormai designato Matera come tappa obbligata di un viaggio in Italia: tanti come sempre gli australiani ma tanti ad ottobre anche i neozelandesi, dalle quattro infaticabili escursioniste al gruppo che in giro per il Sud Italia scopre che non è solo mafia e che Matera è semplicemente amazing.

E gli asiatici? Immancabile a ottobre il gruppo di coppiette di Taiwan in viaggio di nozze, poi una simpatica famiglia di indiani con padre, madre, figlia e figlio con fidanzata, e per la prima volta un gruppetto di coreani, familiari di alcuni medici a Matera per un congresso internazionale.

img_1177

Coppia della Nigeria

Manca l’Africa, direte voi. Già, il turismo è un lusso che non si possono permettere. Eppure…una mattina ho accompagnato tre simpatiche ragazze americane, le due Kate e Amelia, nerissima e con i capelli rasta: “I miei genitori emigrarono da giovani in America dalla Nigeria”, risponde alla mia specifica domanda da curiosone quale sono. E con questo pezzettino d’Africa il quadro è completo: ho fatto anch’io il giro del mondo, ma in soli 31 giorni e rimanendo fermo. A Matera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*